Graz, agosto 2020

Con un aumento del numero di iscrizioni di esattamente 32% rispetto all'anno precedente, la storia di successo del concorso enologico austriaco per le varietà PIWI continua! Il presidente Wolfgang Renner è convinto: "PIWIS non può più essere fermato"!

Bottiglie PIWI AT Wine Award 2020©Spandl

Per la seconda volta l'associazione “PIWI Austria” ha organizzato il concorso enologico “Vitigni nuovi / innovativi” per i vini austriaci ottenuti da vitigni resistenti ai funghi. Quest'anno c'erano già ben 146 vini di 64 aziende diverse. Come l'anno precedente, la maggior parte dei vini proveniva dalla Stiria, che tradizionalmente e legata al clima ha un'area PIWI più ampia rispetto agli altri stati federali vitivinicoli. Questa volta, tuttavia, i partecipanti dello stato federale della Bassa Austria hanno fatto una buona prestazione. Più di un terzo di tutti i vini presentati proveniva da lì e sei categorie su dieci sono state vinte!


La sede della degustazione della giuria è stata ancora una volta la stazione sperimentale Haidegg di Graz. Con la moderna sala sensori e l'area eventi dal design generoso, in tempi di crisi del Covid-19 è stato possibile effettuare la degustazione con sufficiente distanza. L'ottima cucina della casa ha completato la piacevole atmosfera alla periferia di Graz. La giuria composta da esperti riconosciuti giudicati secondo il sistema internazionale dei 20 punti. Tutti i vini presentati sono stati valutati e presto saranno assegnate targhe d'oro o d'argento, a seconda del numero di punti. Almeno 10 vini presentati sono stati richiesti per la valutazione di una categoria separata.

PIWI AT Wine Award 2020 Assaggiatori©Spandl

Giuria (da sinistra a destra): Janez Valdhuber (Marburg University), Helmut Hirzer (Silberberg Wine Laboratory), Wolfgang Renner (PIWI Austria, Food Management), Leonhard Steinbauer (Haidegg Research Station), Martin Palz (Styria District), Annemarie Foidl (Sommelier Union Austria), Erich Leitner ( TU Graz), Christian Eitler (LK Bassa Austria), Robert Steidl (Steidl-Weinberatung), Georg Thünauer (Weingut Thünauer), Helmut Gangl (BA for Viticulture Eisenstadt), Stanko Vrsic (Uni Marburg), Michael Gangl (Kobatlhof, Tieschen), Christoph Gabler (Weinbauschule Krems), Christian Waltl (W2 - Weinbau Waltl, Klagenfurt)

PIWI?

"PIWI “sta per vitigni resistenti ai funghi. Questi vitigni sono nuovi ed estremamente innovativi. Provengono da elaborati incroci, non hanno nulla a che fare con cambiamenti transgenici o cisgenici! Sono più o meno resistenti alle due malattie fungine più importanti in viticoltura: la Peronospora (oidio) e l'Oidio (oidio). La moderna generazione di varietà PIWI non è solo facile da curare in vigna, ma ha anche il potenziale per un'eccellente qualità del vino! PIWIS si adatta perfettamente all'idea del "Green Deal". In futuro, non potrai evitare PIWIS se vuoi operare con successo una viticoltura ecologicamente ed economicamente sostenibile a lungo termine!

L'associazione

L'associazione “PIWI Austria” è stata fondata nel 2005 come gruppo di lavoro per la promozione di vitigni resistenti ai funghi ed è in rete con PIWI International eV. Le funzioni dell'associazione comprendono il trasferimento di conoscenze e lo scambio di conoscenze, l'organizzazione di ispezioni ed escursioni specialistiche, riunioni periodiche e lo scambio di esperienze e pubbliche relazioni. Ora ci sono circa 100 membri.

Elenco delle migliori posizioni

Ultime notizie