STATUTI / STATUTI

Gruppo di lavoro internazionale per la promozione di vitigni resistenti ai funghi
(Sede centrale: Wädenswil, Svizzera)

§ 1. Nome e sede legale

L'associazione porta il nome "Gruppo di lavoro internazionale per la promozione delle varietà di viti resistenti ai funghi", di seguito denominato IAG. L'associazione ha sede a Wädenswil (Svizzera). L'anno fiscale è l'anno solare.

Le persone di sesso femminile sono sempre incluse nelle persone e nelle funzioni nel testo.

(La forma femminile è stata omessa per facilitare la lettura del testo.)

§ 2. Scopo e compito

a) Lo scopo dello IAG è di scambiare conoscenze scientifiche e pratiche nel campo dei vitigni resistenti ai funghi a livello nazionale e internazionale e di fornire suggerimenti. Promuove principalmente i professionisti attivi in questo settore. Conferenze o seminari si terranno periodicamente, che devono principalmente affrontare la pratica della viticoltura, ma anche scienza e consulenza.

I vitigni transgenici non fanno parte dello IAG.

b) lo IAG svolge esclusivamente e direttamente compiti di beneficenza. È disinteressatamente attivo e non persegue scopi autoeconomici.

c) I fondi IAG possono essere utilizzati solo a fini legali. Nessuna persona può essere favorita da spese estranee allo scopo del gruppo di lavoro o da una remunerazione sproporzionatamente elevata.

§ 3. Iscrizione

Tutte le persone e le istituzioni o le società coinvolte nella ricerca, nell'insegnamento, nella consulenza e nella pratica della viticoltura possono diventare membri dello IAG, nonché membri di supporto. L'iscrizione è stabilita per ammissione. Il consiglio di amministrazione decide in merito alla non ammissione. La dichiarazione di adesione è fatta per iscritto all'ufficio.

L'iscrizione termina

  • lasciando; deve essere comunicato al consiglio per iscritto;
  • a causa della morte;
  • per esclusione; Il consiglio decide l'esclusione con delibera alla maggioranza dei due terzi;
  • dopo due richieste scritte di pagamento delle quote associative dovute e un periodo stabilito di due mesi.

I membri che hanno lasciato o sono stati esclusi non possono reclamare i beni.

§ 4. Organi

Gli organi dello IAG sono l'assemblea generale, il consiglio, il presidio, il consiglio allargato e i revisori.

§ 5. Assemblea generale

L'assemblea generale è composta dai membri dello IAG. L'assemblea generale non è pubblica; il consiglio di amministrazione o il presidente dell'assemblea possono ammettere gli ospiti. Gli ospiti (non membri) non hanno diritto di voto. Il diritto di voto può essere trasmesso per iscritto ad altri membri per procura. Un proxy può essere max. 3 membri rappresentati.

L'assemblea generale è responsabile delle seguenti attività e attività:

  • Elezione del consiglio di amministrazione, del presidente, del tesoriere e dei revisori dei conti.
  • Accettazione del rapporto di attività e del rapporto di cassa, nonché scarico del consiglio di amministrazione e del contabile.
  • Risoluzione delle domande
  • Modifiche statutarie e scioglimento dello IAG
  • Determinazione della quota associativa

L'assemblea generale si tiene ogni anno. Può essere collegato a una conferenza specialistica. Il consiglio di amministrazione deve essere invitato a questa riunione generale per iscritto, indicando l'ordine del giorno, almeno 3 mesi prima della riunione. Il presidente della riunione è il presidente o il suo vice.

Le proposte per l'assemblea generale devono essere presentate al presidente per iscritto almeno un mese prima dell'assemblea generale. I membri sostenitori hanno un voto consultivo. Le assemblee generali straordinarie possono essere convocate da 33 membri % e dal consiglio di amministrazione.

È necessario conservare un verbale della riunione, che deve essere firmato dal presidente della riunione e da un membro del consiglio. Le deliberazioni sono prese a maggioranza semplice dei presenti.

§ 6. Consiglio di amministrazione del gruppo di lavoro

Il consiglio di amministrazione del gruppo di lavoro è composto da almeno 7 persone. Non più di 2 persone possono essere rappresentate sul tabellone per paese, tranne il cassiere.

Il consiglio è composto da:

  1. Il presidente (presidente)
  2. Il vice
  3. segretario
  4. Cassiere
  5. Altri valutatori.

Il consiglio si costituisce da solo.

Il consiglio è eletto dall'assemblea generale per un periodo di 2 anni. La rielezione è consentita. Il Consiglio Direttivo può consultare terzi come consulenti su importanti risoluzioni; questi non hanno diritto di voto. Il consiglio decide a maggioranza semplice; se necessario, con il voto decisivo del Presidente. Il Presidente rappresenta lo IAG esternamente.

Il Consiglio di amministrazione deve presentare un programma prioritario per il suo mandato all'Assemblea Generale ogni due anni. Gli aspetti finanziari devono essere presentati.

Al fine di attuare i compiti e gli obiettivi stabiliti nello statuto, il consiglio di amministrazione dell'associazione deve istituire un ufficio e nominare una persona per la gestione operativa.

L'ufficio è istituito in un paese rappresentato nel consiglio di amministrazione.

Il presidente del club ha il diritto di proporlo. La persona responsabile della gestione operativa è nominata per un periodo minimo di 2 anni dal consiglio dell'associazione e lavora per contratto sulla base di una specifica che deve essere stabilita dal consiglio.

§ 7. Revisione della fattura

Due revisori devono controllare i conti annuali; l'assemblea generale

deve essere segnalato per iscritto e deve essere presentata una domanda di discarico. Verrà nominata una persona sostitutiva.

§ 8. Loghi PIWI

Il logo in connessione con le lettere è disponibile solo per i membri per uso gratuito, nella misura in cui l'uso è conforme allo scopo e al compito del gruppo di lavoro ai sensi del §2. L'uso può essere regolato in modo più dettagliato in un regolamento.

Il logo può essere utilizzato solo in combinazione con vini PIWI puri, in conformità con le rispettive normative di miscelazione statali.

Gli abusi possono portare a un divieto immediato dell'uso e dell'esclusione dall'associazione.

§ 9. Comitato consultivo scientifico

Il consiglio di amministrazione può convocare un comitato consultivo scientifico come organo consultivo.

§ 10. Finanze

I costi sostenuti dall'amministrazione e le spese dello IAG sono coperti dalle quote associative e dalle quote congressuali. Sovvenzioni e sovvenzioni da parte di terzi possono essere accettate se lo IAG non diventa politicamente o economicamente dipendente.

§ 11. Modifica dello statuto e scioglimento

L'assemblea generale decide sulle modifiche allo statuto e sullo scioglimento con la maggioranza dei 2/3 dei voti dei membri presenti.

Le modifiche richieste dalle autorità possono essere decise dal consiglio di amministrazione.

Se lo IAG viene sciolto o se il suo scopo precedente cessa di esistere, le attività dello IAG ricadranno sulle istituzioni o sulle persone appartenenti al gruppo di lavoro che devono essere designate dal Consiglio Direttivo.

§ 12. Entrata in vigore

Questi statuti sono stati adottati il 1 ° dicembre 1999 a Einsiedeln (CH) dall'assemblea fondatrice dello IAG e messi in atto.

Einsiedeln, 1 dicembre 1999

1 ° cambio: Oppenheim, 5 luglio 2015

2 ° cambio: Veitshöchheim, 25 agosto 2017