I vini PIWI sono vini di uve PI WI ("pilzwiderstandsfähig" in tedesco) resistenti alle malattie funginee.

Oggi nella scienza e nella ricerca si parla sempre più spesso di "Nuovi vitigni innovativi" in questo contesto.

Questi vitigni sono altamente resistenti alle malattie funginee e consentono una significativa riduzione dell'uso dei prodotti fitosanitari. Pertanto, questi vitigni robusti o innovativi sono un'alternativa ovvia alla protezione convenzionale delle colture intensive.

Perché le viti devono essere dure?

In viticoltura, una notevole quantità di pesticidi viene utilizzata contro i funghi della muffa (fungicidi) per prevenire possibili attacchi fungini e per garantire la raccolta. Secondo le analisi dell'ufficio statistico dell'UE (EuroStat), l'uso di pesticidi per ettaro e anno nella viticoltura è di gran lunga il più elevato rispetto a tutti gli altri prodotti agricoli prodotti nell'UE.

Le viti PIWI, tuttavia, hanno un'alta resistenza alle malattie funginee e consentono una significativa riduzione dell'uso dei pesticidi e quindi proteggono l'ambiente.

Il piacere qualitativo del vino si rivoluziona in un modo nuovo. Ciò offre ai consumatori l'opportunità di esplorare nuovi percorsi da scoprire.

Una situazione vantaggiosa per i viticoltori e i consumatori!

Bruco coda di rondine
Viti in primavera - Svizzera

Come nascono vitigni resistenti alla vite?

Le viti resistenti ai funghi sono state originariamente prodotte tramite Incroci fra Vitis vinifera e altre specie del genere Vitis.
Le eccellenti proprietà per l'alta qualità del vino delle viti nobili possono essere combinate con la resistenza delle viti americane.

Attraverso l'allevamento e la selezione mirati, vengono creati nuovi vitigni innovativi che consentono di rendere la viticoltura più sostenibile e di padroneggiare le sfide future nel vigneto.

Non vengono applicati metodi di modificazione genetica nel breeding di Vitigni resistenti alla vite !

Da dove provengono le "nuove varietà"?

I PIWI sono già molto diffusi nelle regioni viticole tedesche come Rheinhessen, Franconia e Palatinato. Ma sono anche di tendenza in altri paesi vitivinicoli come la Polonia e la Danimarca.

L'allevamento di queste nuove varietà robuste e innovative è un progetto di generazione. Ancora oggi, le viti non vengono prodotte con le forbici molecolari in laboratorio ma in vigna.

Per molti anni, l'allevamento di nuovi vitigni resistenti ai funghi è stato al centro del lavoro dell'Istituto Statale per la Viticoltura di Friburgo . L'istituto vitivinicolo è alla ricerca di aziende interessate che possano impegnarsi nell'esperimento e piantare tali viti nei loro vigneti.

PIWI International supporta lo Scambio di esperienze tra viticoltori e allevatori e stimola il dialogo sui "nuovi vitigni".

Si dice che i vitigni resistenti alle malattie funginee completino le varietà tradizionali come il Riesling e il Pinot Nero.

Souvignier gris Patrick Ucelli

Dove posso acquistare i vini PIWI?

Alla mappa di Google Maps dei membri