Comunicato stampa di WINE System AG

"Il cambiamento climatico è finalmente arrivato nel vigneto":
Risultati e conclusioni dell'International PIWI Wine Award 2019

Comunicato stampa in formato PDF

La giuria PAR® assaggia 471 vini PIWI provenienti da 14 paesi

Frasdorf, novembre 2019 - La resistenza alle malattie fungine in periodi di condizioni meteorologiche estreme in aumento è solo uno dei punti di forza che le PIWI come Regent, Cabernet blanc o Solaris portano con sé. I loro vantaggi in termini di protezione del clima stanno diventando sempre più importanti in tutto il mondo. Perché un minor numero di fungicidi significa meno viaggi in trattore e terreni più sani - una triade che può migliorare significativamente il bilancio di CO2 delle aziende. Dal 1 al 3 novembre 2019, la giuria PAR® guidata dal responsabile della degustazione Martin Darting è stata di nuovo in grado di verificare se le "viti forti" producono anche vini di alta qualità.

Alla nona edizione dell'International PIWI Wine Award 2019, sulle tavole di degustazione erano presenti 471 vini provenienti da 14 paesi, un aumento significativo rispetto al 2018. I 18 Master certificati PAR addestrati, che assaggiano e classificano ogni vino in squadre di tre, hanno ottenuto 28 posizioni Grande oro, 196 con oro e 198 con argento. La consegna ufficiale del certificato avverrà il 27 novembre 2019 presso il Winzer Service Messe di Karlsruhe.

Le migliori valutazioni nel 2019

Il fatto che i PIWI nella viticoltura naturale apportino vantaggi speciali è dimostrato non da ultimo dall'elevato numero di vini biologici con 200 voci all'International PIWI Wine Award 2019. E anche i PIWI biologici sono fortemente rappresentati nella parte superiore: rappresentano 17 su un totale di 28 Grand Gold -Vincitore. La migliore degustazione con 99 punti quest'anno è il Göcseji Zamatos 2018 dell'azienda vinicola biologica slovacca Víno Hladký nei Piccoli Carpazi - un vino bianco sviluppato in modo riduttivo. Segui da vicino, anche nella categoria del vino bianco, con 98 punti ciascuno, il Souvignier Gris Kabinett 2018 secco dall'azienda vinicola biologica Jürgen Walz am Kaiserstuhl a Baden e il sapiente sapientemente ossidato 2018 Saphira Barrique dal Bosshart + Grimm vigneti biologici nel serbatoio del vino rosso Svizzera tedesca. Un totale di 15 vini bianchi sono stati premiati con Great Gold.

Nella categoria dei vini rossi, dieci vini hanno ottenuto il Great Gold nel 2019. I punteggi più alti con 98 punti: l'UTOPIA 2018 del Chateau Thivin a Beaujolais in Francia - una cuvée PIWI fatta da Prior, Chambourcin, Sauvignier gris e Pinotin, tradizionalmente prodotta in botti; la riserva 2016 della cantina biodinamica Schönhals a Rheinhessen - una cuvée di cabertin e satin noir, tradizionalmente prodotta in botti; il "Mundorff - Cabernet Cantor maturato in botti di rovere del 2018" della cantina Wohlgemut-Schnürr di Rheinhessen; il Regent Spätlese del 2018 dell'azienda vinicola biologica Vollmer sulle rive del Lago di Costanza di Baden, che è stata espansa ossidativamente in una vasca d'acciaio, e il NUGELORO Cabernet Jura del 2018 dell'azienda vitivinicola Schmid Stingelin nella Svizzera settentrionale.

Come ogni anno, i vini da dessert sono rappresentati in alto. Questa categoria include tre grandi classificazioni d'oro, tra cui la selezione Solaris 2018 "Arzheimer Kalmit" dell'azienda Werner Anselmann in Palatinato e la selezione di vini rossi Regent dolce di E. e. A. Behringer OHG a Rheinhessen, entrambi ampliati in vasche d'acciaio e assegnati 97 punti ciascuno.

Il classifica completa con tutti i moduli di valutazione PAR è ora disponibile su www.piwi-international.de.
Gli elenchi specifici del paese del concorso sono disponibili per il download gratuito al seguente link:
https://piwi-international.de/piwi-weinpreis/piwi-weinpreis-2019/downloads-2019/

I PIWI e i cambiamenti climatici

La competizione di quest'anno è stata ancora una volta caratterizzata da alta qualità continua, con un po 'meno vini di alta qualità rispetto agli anni precedenti, ma un alto livello di artigianato nella zona. Le difficoltà che quasi tutti i viticoltori hanno dovuto affrontare nel 2018 sono state gli effetti del cambiamento climatico, che alla fine ha raggiunto la vigna in questo caldo anno. Soprattutto nei climi più freddi, dove vengono prodotti vini tradizionalmente piuttosto freschi, i produttori hanno dovuto far fronte alla bassa acidità e alla ridotta densità di estrazione a causa del calore.
I viticoltori devono decidere se la risposta a questo cambiamento è l'accettazione e l'adattamento o la lotta per mantenere i soliti stili di vino. Il fatto è che né gli esseri umani né le piante hanno il tempo di adattarsi adeguatamente ai cambiamenti. L'affidabilità decrescente delle temperature e delle precipitazioni si rifletterà nei tempi di maturazione, nelle quantità di raccolto e nell'infestazione da funghi, che tradizionalmente porta all'aumento dell'uso di fungicidi. La buona notizia è che piantare varietà di uve PIWI può ridurre significativamente questo rischio: un minor numero di fungicidi significa un minore apporto di CO2 attraverso l'uso di macchinari su terreni più sani e più resistenti. Martin Darting: "Il mio appello agli amanti del vino: sii aperto a nuovi vitigni e sostieni i PIWI! Perché la domanda delle vendite porta sempre più i viticoltori a piantare varietà resistenti. E il PIWI International Wine Award dimostra che producono anno dopo anno vini pregiati e accattivanti. ”

Il premio internazionale PIWI Wine Award

L'International PIWI Wine Award è stato lanciato per offrire ai consumatori e ai commercianti un orientamento per la selezione delle diverse nuove varietà e allo stesso tempo per riaffermare i pionieri e il loro impegno per un'agricoltura più sostenibile. Iniziato da PIWI International e organizzato da WINE System AG, il rinomato concorso di qualità si basa sul metodo di degustazione riconosciuto a livello globale PAR®. Grazie all'approccio analitico e differenziato degli assaggiatori PAR®, tutti gli aspetti della vinificazione e le condizioni climatiche sono inclusi nella valutazione; i risultati sono obiettivi e comprensibili per il produttore. Maggiori informazioni sul metodo a www.par-system.de.

informazioni di base

PIWI International eV promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, allevatori, Raffinatori di vite, così come i coltivatori di Viti PIWI e produttori di vino. Negli ultimi anni, numerosi vitigni resistenti ai funghi si sono messi in pratica, alcuni solo su base sperimentale. I viticoltori hanno un grande bisogno di informazioni su questi vitigni. Ciò include descrizioni dettagliate delle loro proprietà, istruzioni per una vinificazione ottimale, degustazioni, discussione di domande di marketing e informazioni per i consumatori. Oltre a tenere conferenze e gruppi di lavoro regionali, l'avvio dell'annuale premio internazionale PIWI per il vino è una parte essenziale delle misure di PIWI International.
Presidente: Josef Engelhart - Ufficio: Susanne Sommer +49 6133 5099226, info@piwi-international.de

Il WINE System AG, fondata nel 1999, con un database completo e informativo sul vino è la base del sistema di valutazione PAR sviluppato da Martin Darting e un partner competente per viticoltori, rivenditori e pubblico specializzato nel campo della tecnologia del vino e dei sensori. Come co-sviluppatore di questo metodo di valutazione innovativo e trasparente per prodotti sensibili come vino, pane, olio d'oliva, formaggio ecc., WINE System, sotto la direzione di Martin Darting e Brigitte Wüstinger, organizza concorsi noti come il prezzo internazionale del vino biologico, il PAR Wine Award International e il PIWI internazionale Prezzo del vino Il database con oltre 40.000 vini è valutato dagli esperti come un portale informativo completo e funge da strumento importante in molte aree.

Contatto

WINE System AG
Martin Darting e
Brigitte Wüstinger
Daxa 8
83112 Frasdorf

Tel. + 49 8032 91633-30
Fax +49 8032 91633-49
info@winesystem.de

Contatto stampa

WINE System AG
Sonja Hartung
Daxa 8
83112 Frasdorf

Tel. + 498032 91633-0
Fax +49 8032 91633-49
presse@winesystem.de