È possibile trovare il comunicato stampa in danese Qui

Comunicati stampa inglese (PDF)

Comunicato stampa in formato PDF

Comunicato stampa di WINE System AG                                                                                            

Il Premio Internazionale dei Vini PIWI degusta 413 vini provenienti da 15 paesi

Gara PAR® online su incarico di PIWI International eV - Notevole incremento delle qualità top - Vini vincitori della Gran Medaglia d'Oro dall'Italia alla Svezia  

Frasdorf, novembre 2020 - Il fatto che le relativamente giovani viticoltura resistente ai funghi, quali Cabernet Blanc, Regent o Solaris, può essere un comprovato strumento vinicolo nella lotta al cambiamento climatico è ormai condiviso nel settore enologico. Come i suoi segni diretti influenzino invece la qualità e la valutazione sensoriale, e come la scena internazionale gestisca tutto ciò è stato oggetto di verifica da parte della giuria PAR®, su incarico di PIWI International eV, nella prima edizione online del Premio Internazionale dei Vini PIWI 2020 a causa del Coronavirus: 413 vini Piwi da 15 paesi sono stati oggetto di analisi sensoriale durante le tre giornate degustative dal 13 al 15 novembre. In totale sono state assegnate 42 Gran Medaglie d'Oro, 175 Medaglie d'Oro, 161 Medaglie d'Argento e 29 raccomandazioni. 27 degustatori PAR® Certified Master in tutta la Germania *) hanno garantito la qualità tradizionale e tracciabilità dei risultati, supportati dalla consolidata infrastruttura digitale di WINE System AG.

Con 170 vini presentati, la Germania è il paese produttore di vino meglio rappresentato nella degustazione del 2020, seguita da Svizzera, Italia e Austria. Un giudicare dal numero di Gran Medaglie d'Oro assegnato, in cima alla classifica si posiziona anche in Germania e Svizzera con rispettivamente 12 e 9 valutazioni massime, seguito dall'Austria con 6 Gran Medaglie d'Oro. Tra i primi trovati troviamo anche vini Piwi provenienti da Svezia e Polonia, Danimarca e Italia nonché Belgio, Liechtenstein, Paesi Bassi, Slovacchia e Francia.

I viticoltori Piwi italiani hanno ottenuto due Gran Medaglie d'Oro, 17 Medaglie d'Oro, 15 Medaglie d'Argento e 9 raccomandazioni: Il vino Piwi italiano in vetta alla classifica è anche il vincitore complessivo della categoria vino da dessert: il Theia del 2019 del vigneto Nove Lune, con 97 punti. La cuvée di Helios, Bronner e Solaris è maturata nella barrique con metodo artigianale tradizionale e proviene dalla Lombardia.

Nella categoria vino bianco, il Tre del 2019 dell'Azienda agricola filanda de boron in Trentino si aggiudica con 96 punti il primo posto nella classifica italiana: un Souvignier Gris maturato nell'anfora.

Con 95 punti e quindi Medaglia d'Oro, il vino spumante italiano primo classificato dal Veneto: lo Spumante Resiliens bio vegano, dalle vigne Muscaris e Aromera di Le Carline, maturato in autoclavi di acciaio con procedura riduttiva.

94 punti e altra Medaglia d'Oro per il miglior vino rosé italiano, il JPK Rosé del 2019 dal maso Strickerhof in Alto Adige: un Chambourcin fermentato in botti d'acciaio con procedura riduttiva.

Con 89 punti e Medaglia d'Argento, il Cabernet Volos del 2019 dei Vivai Cooperativi Rauscedo in Friuli, maturato in botti d'acciaio con procedura riduttiva, ottiene il miglior risultato nella categoria vino rosso.

I Piwi, l'artigianato e il cambiamento climatico

La gamma stilistica e qualita del 2020 è straordinaria. Basta dare un'occhiata al medagliere per notare che la fascia media qualita si è ristretta rispetto agli anni precedenti. Il direttore della degustazione Martin Darting afferma un riguardo: “Gli scorsi anni, specialmente al sud, i viticoltori hanno dovuto affrontare calura e siccità straordinarie. Il primo anno le viti se la cavano bene; ma se tali annate si ripetono comportano conseguenze sensoriali per i grappoli. Ciò ha provocato molti problemi, soprattutto perché nella coltura Piwi mancano i secoli di esperienza che i viticoltori di riesling possono sfruttare un loro vantaggio.

La buona notizia: il restringimento della fascia media qualita favorisce il vertice. La percentuale di Gran Medaglie d'Oro è quindi quasi raddoppiata rispetto all'edizione della gara del 2019. Martin Darting prosegue: “Quest'anno abbiamo avuto molte straordinarie qualità eccellenti, dimostrando che i vini Piwi possono tranquillamente competere with risultati top di risultati variet . Il motivo è la precisa analisi delle esperienze e una certa agilità, soprattutto nella gestione del vigneto. Se a ciò si aggiunge anche la coltivazione di taglio individuale e magari un'abile costituzione della cuvée, ecco che si ottiene una Gran Medaglia d'Oro. "

La presidente di WINE System Brigitte Wüstinger: “Tutto ciò che è nuovo deve consolidarsi. Il risultato della 10a degustazione del Premio Internazionale dei Vini PIWI si può chiaramente dedurre che la qualità dei Piwi non è più casuale. Le vigne ormai non più giovanissime, assieme all'esperienza e all'abilità artigianale professionale dei viticoltori indicano sin da ora una chiara stabilizzazione e un posizionamento dei vini nei confronti delle vecchie varietà consolidate. Possiamo aspettarci grandi cose per il futuro. "

 

Premio Internazionale dei Vini PIWI: Il Premio Internazionale dei Vini PIWI è stato creato per fornire a consumatori e rivenditori un orientamento sulla scelta delle numerose nuove varietà e, contemporaneamente, riaffermare la leadership e l'impegno dei viticoltori verso un'agricoltura sostenibile. Lanciato da PIWI International eV e organizzato da WINE System AG, la celebre gara qualita si basa sul metodo di degustazione PAR® riconosciuto a livello globale. Grazie alla procedura analitica e differenziata dei degustatori PAR® qualificati, nella valutazione vengono considerati tutti gli aspetti della vinificazione e dei rapporti climatici; i dettagli dei risultati del facilmente comprensibili ed offrono un prezioso servizio specialmente per lo sviluppo del prodotto e la gestione della qualità delle aziende.

 

Informazioni integrative

*)Per la degustazione online in occasione del premio Internazionale dei Vini PIWI 2020, tutti i vini presentati sono stati tematicamente associati, anonimizzati e numerati per i degustatori in base a parametri climatici, stilistici e analitici, prima di essere prelevati a local confezati membri della giuria secondo l'ordine stabilito. Si tratta di una situazione nuova anche per i degustatori che, grace a standard di degustazione definiti, hanno raggiunto l'elevata riproduzione dei risultati PAR®. Come previsto dalla metodica PAR®, gli esaminatori procedono anche online in squadre da due, degustando anzitutto ciascun vino separatamente prima di discutere il risultato e registrandolo soltanto al raggiungimento del consenso.

Informazioni supplementari

PIWI International eV promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, breeder, vivaisti, viticoltori di vitigni PIWI e produttori di vino. Negli ultimi anni, numerosi vitigni resistenti alle malattie funginee sono stati integrati nella pratica, tra i quali alcuni solo in via sperimentale. I viticoltori hanno grande bisogno di informazioni su questi vitigni. Ció comprende: descrizioni dettagliate delle loro caratteristiche, istruzioni per una vinificazione ottimale, degustazioni, discussioni su questioni di marketing e informazioni al consumatore. Oltre all'organizzazione di conferenze e gruppi di lavoro regionali, l'avvio dell'annuale Premio Internazionale dei Vini PIWI è una parte essenziale delle misure di PIWI International. Presidente: Josef Engelhart www.piwi-international.de

La WINE System AG, coi suoi tre ambiti di attività consulenza, formazione e gare qualitative PAR® è dal 1999 un partner competente di viticoltori, rivenditori e pubblico esperto del settore enologico e della valutazione sensoriale. Dal 2019, WINE System AG si trova sotto la direzione di Brigitte Wüstinger e Martin Darting e da molti anni indice prestigiosi concorsi di vini, tra cui il premio internazionale dei vini biologici, il PAR® Wine Award International, il Premio Internazionale dei Vini PIWI, il premio internazionale dei vini biologici e molti concorsi minori. La banca dati con i suoi più di 40.000 vini è apprezzata a livello internazionale come portale informativo complessivo e costituita in molti campi. www.winesystem.de

Contatto

WINE System AG
Brigitte Wüstinger e
Martin Darting
Daxa 8
83112 Frasdorf
Tel. + 49 8032-91633-20
Fax +49 8032-91633-49
ufficio@ winesystem.de

Ufficio stampa

WINE System AG
Sonja Hartung

Daxa 8
83112 Frasdorf
Tel. +49 8032-91633-0
Fax +49 8032-91633-49
hartung@winesystem.de


Il Premio Internazionale dei Vini PIWI degusta 413 vini provenienti da 15 paesi

Concorso PAR® online su incarico di PIWI International e.V. – Notevole incremento delle qualità top – Vini vincitori della Gran Medaglia d’Oro dall’Italia alla Svezia

Frasdorf, novembre 2020 – Il fatto che le relativamente giovani viticolture resistenti ai funghi, quali Cabernet Blanc, Regent o Solaris, possano essere un comprovato strumento vinicolo nella lotta al cambiamento climatico è ormai condiviso nel settore enologico. Come i suoi segni diretti influenzino invece la qualità e la valutazione sensoriale, e come la scena internazionale gestisca tutto ciò è stato oggetto di verifica da parte della giuria PAR®, su incarico di PIWI International e.V., nella prima edizione online del Premio Internazionale dei Vini PIWI 2020 a causa del Coronavirus: 413 vini Piwi da 15 paesi sono stati oggetto di analisi sensoriale durante le tre giornate degustative dal 13 al 15 novembre. In totale sono state assegnate 42 Gran Medaglie d’Oro, 175 Medaglie d’Oro, 161 Medaglie d’Argento e 29 raccomandazioni. 27 degustatori PAR® Certified Master in tutta la Germania*) hanno garantito la tradizionale qualità e tracciabilità dei risultati, supportati dalla consolidata infrastruttura digitale di WINE System AG.

Con 170 vini presentati, la Germania è il paese produttore di vino maggiormente rappresentato nella degustazione del 2020, seguita da Svizzera, Italia e Austria. A giudicare dal numero di Gran Medaglie d’Oro assegnate, in cima alla classifica si posizionano anche Germania e Svizzera con rispettivamente 12 e 9 valutazioni massime, seguite dall’Austria con 6 Gran Medaglie d’Oro. Tra i primi classificati troviamo anche vini Piwi provenienti da Svezia e Polonia, Danimarca e Italia nonché Belgio, Liechtenstein, Paesi Bassi, Slovacchia e Francia.

I vincitori complessivi provengono da Svizzera, Austria, Svezia e Italia: Con 98 punti ciascuno al vertice della categoria dei vini rossi, sono due le cuvée di Divico, Gamaret e Bronner, entrambe del Lago di Ginevra in Svizzera: quella tradizionalmente maturata in barrique 2018 Bastian dal Domaine de la République et Canton de Génève e dal 2018 Divico della cantina Florian Ramu, anch'essa fermentata in stile tradizionale in barriques. Per quanto riguarda i vini bianchi, due Piwis della Bassa Austria guidano la classifica, ciascuno con 98 punti: quello moderno in vasche d'acciaio Sommelier Donauriesling 2018 l'enologo Krems e il Piwi biologico 2019 da Bio Weinbau Prinz - una cuvée di moscato fiorito, Donauriesling e muscaris, che è stata sviluppata in modo riduttivo in una vasca d'acciaio. Altri 98 punti si trovano nella categoria spumanti. Qui la valutazione più alta va a Souvignier Gris Brut Reserve 2017 di vini di carattere Josef Scharl in Stiria. Lo spumante austriaco Piwi è stato maturato in botti di legno e spumante nella tradizionale fermentazione in bottiglia. Il migliore della categoria nella categoria dei vini rosati proviene dalla Svezia, il paese di coltivazione più settentrionale per la degustazione di quest'anno: qui, l'elegante e moderno serbatoio in acciaio ha segnato Rondo "Per Ols Råsa" 2019 97 punti dalla cantina Österlenvin nella regione di Skane. Il migliore dei vini da dessert è stato inoltre premiato con 97 punti: il 2019 Theia dalla cantina italiana Nove Lune. La cuvée di Helios, Bronner e Solaris è tradizionalmente prodotta artigianalmente in barriques e proviene dalla Lombardia.

Gli enologi tedeschi di Piwi ottengono 12 volte l'oro, 77 volte l'oro, 73 volte l'argento e 7 raccomandazioni: I vini Piwi tedeschi con il punteggio più alto, ciascuno con 97 punti, sono tradizionalmente fermentati in botti di legno 2014 Cabernet Cortis di Weingut Schappert an der Nahe nella categoria dei vini rossi e, ciascuno di Weingut Galler, il 2016 FEODORA spumante bA brut, ampliato riduttivamente in vasche d'acciaio e spumantizzato nella tradizionale fermentazione in bottiglia, nonché il FEODORA 2019, un vino biologico del terroir ottenuto da botti di rovere e barriques. Entrambi erano ottenuti da uve Sauvignac.

Il miglior vino da dessert tedesco proviene dalla Hessische Bergstrasse e ha ottenuto 96 punti: il 2019 Heppenheimer Stemmler Muscaris Auslese nobile dolce di Bergsträßer Winzer eG.

Il miglior Piwi-Rosé tedesco è stato il biologico prodotto e maturato in vasche d'acciaio Cabernet Cortis Rosé 2018 Premiato 95 punti e quindi oro dalla cantina Dilger am Kaiserstuhl.

I piwis, l'artigianato e il cambiamento climatico

La gamma stilistica e qualitativa del 2020 è straordinaria. Basta dare un’occhiata al medagliere per notare che la fascia media qualitativa si è ristretta rispetto agli anni precedenti. Il direttore della degustazione Martin Darting afferma a riguardo: “Gli scorsi anni, specialmente al sud, i viticoltori hanno dovuto affrontare calura e siccità straordinarie. Il primo anno le viti se la cavano bene; ma se tali annate si ripetono comportano conseguenze sensoriali per i grappoli. Ciò ha provocato molti problemi, soprattutto perché nella coltura Piwi mancano i secoli di esperienza che i viticoltori di riesling possono sfruttare a loro vantaggio.

La buona notizia: il restringimento della fascia media qualitativa favorisce il vertice. La percentuale di Gran Medaglie d’Oro è quindi quasi raddoppiata rispetto all’edizione della gara del 2019. Martin Darting prosegue: “Quest’anno abbiamo avuto molte straordinarie qualità eccellenti, dimostrando che i vini Piwi possono tranquillamente competere con risultati top di varietà consolidate. Il motivo è la precisa analisi delle esperienze e una certa agilità, soprattutto nella gestione del vigneto. Se a ciò si aggiunge anche la coltivazione di taglio individuale e magari un’abile costituzione della cuvée, ecco che si ottiene una Gran Medaglia d’Oro.”

La presidente di WINE System Brigitte Wüstinger: “Tutto ciò che è nuovo deve consolidarsi. Dai risultati della 10° degustazione del Premio Internazionale dei Vini PIWI si può chiaramente dedurre che la qualità dei Piwi non è più casuale. Le vigne ormai non più giovanissime, assieme all’esperienza e all'abilità artigianale professionale dei viticoltori indicano sin da ora una chiara stabilizzazione e un posizionamento dei vini nei confronti delle vecchie varietà consolidate. Possiamo aspettarci grandi cose per il futuro.”

Il premio internazionale PIWI del vino: L'International PIWI Wine Award è stato creato per fornire a consumatori e rivenditori l'orientamento per la selezione delle diverse nuove varietà e allo stesso tempo per riaffermare i produttori nel loro ruolo pionieristico e nel loro impegno per un'agricoltura più sostenibile. Iniziato da PIWI International eV e organizzato da WINE System AG, il rinomato concorso di qualità si basa sul metodo di degustazione PAR® riconosciuto a livello mondiale. Grazie all'approccio analitico e differenziato dei degustatori PAR® qualificati, confluiscono nella valutazione tutti gli aspetti della vinificazione e delle condizioni climatiche; i risultati sono comprensibili in dettaglio e forniscono servizi preziosi in particolare per lo sviluppo del prodotto e la gestione della qualità delle aziende.

Informazioni aggiuntive

*)Per la degustazione online in occasione del premio Internazionale dei Vini PIWI 2020, tutti i vini presentati sono stati tematicamente associati, anonimizzati e numerati per i degustatori in base a parametri climatici, stilistici e analitici, prima di essere prelevati dalla confezione in loco e presentati ai membri della giuria secondo l’ordine stabilito. Si tratta di una situazione nuova anche per i degustatori che, grazie a standard di degustazione definiti, hanno raggiunto l’elevata riproduzione dei risultati PAR®. Come previsto dalla metodica PAR®, gli esaminatori procedono anche online in squadre da due, degustando anzitutto ciascun vino separatamente prima di discutere il risultato e registrandolo soltanto al raggiungimento del consenso.

Informazioni supplementari

PIWI International eV promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, allevatori, raffinatori di vite e coltivatori di Viti PIWI. Negli ultimi anni sono state messe in pratica numerose varietà di uva resistenti ai funghi, alcune delle quali solo in via sperimentale. C'è un grande bisogno di informazioni su questi vitigni da parte dei produttori di vino. Ciò include descrizioni dettagliate delle loro proprietà, istruzioni per una vinificazione ottimale, degustazioni, discussioni su questioni di marketing e informazioni per i consumatori. Oltre a tenere conferenze e gruppi di lavoro regionali, l'avvio dell'annuale premio internazionale del vino PIWI è una parte essenziale delle attività di PIWI International. Presidente: Josef Engelhart. www.piwi-international.org

WINE System AG Con i suoi tre campi di attività, consulenza, formazione e concorsi di qualità PAR®, è dal 1999 un partner competente per enologi, rivenditori e un pubblico specializzato nel campo del vino e della tecnologia dei sensori. L'azienda è sotto la direzione dei membri del consiglio Brigitte Wüstinger e Martin Darting dal 2019 e da molti anni organizza rinomati concorsi di qualità del vino, tra cui il premio internazionale del vino biologico, il PAR® Wine Award International e molti concorsi minori. Il database del sistema WINE con oltre 40.000 vini è la base del sistema di valutazione PAR® sviluppato da Martin Darting. È valutato dagli esperti come un portale di informazioni completo ed è uno strumento importante in molte aree. www.winesystem.de


Il Premio Internazionale dei Vini PIWI degusta 413 vini provenienti da 15 paesi

Concorso PAR® online su incarico di PIWI International e.V. – Notevole incremento delle qualità top – Vini vincitori della Gran Medaglia d’Oro dall’Italia alla Svezia

Frasdorf, novembre 2020 – Il fatto che le relativamente giovani viticolture resistenti ai funghi, quali Cabernet Blanc, Regent o Solaris, possano essere un comprovato strumento vinicolo nella lotta al cambiamento climatico è ormai condiviso nel settore enologico. Come i suoi segni diretti influenzino invece la qualità e la valutazione sensoriale, e come la scena internazionale gestisca tutto ciò è stato oggetto di verifica da parte della giuria PAR®, su incarico di PIWI International e.V., nella prima edizione online del Premio Internazionale dei Vini PIWI 2020 a causa del Coronavirus: 413 vini Piwi da 15 paesi sono stati oggetto di analisi sensoriale durante le tre giornate degustative dal 13 al 15 novembre. In totale sono state assegnate 42 Gran Medaglie d’Oro, 175 Medaglie d’Oro, 161 Medaglie d’Argento e 29 raccomandazioni. 27 degustatori PAR® Certified Master in tutta la Germania*) hanno garantito la tradizionale qualità e tracciabilità dei risultati, supportati dalla consolidata infrastruttura digitale di WINE System AG.

Con 170 vini presentati, la Germania è il paese produttore di vino maggiormente rappresentato nella degustazione del 2020, seguita da Svizzera, Italia e Austria. A giudicare dal numero di Gran Medaglie d’Oro assegnate, in cima alla classifica si posizionano anche Germania e Svizzera con rispettivamente 12 e 9 valutazioni massime, seguite dall’Austria con 6 Gran Medaglie d’Oro. Tra i primi classificati troviamo anche vini Piwi provenienti da Svezia e Polonia, Danimarca e Italia nonché Belgio, Liechtenstein, Paesi Bassi, Slovacchia e Francia.

I viticoltori austriaci di Piwi ottengono 6 volte l'oro, 19 volte l'oro, 16 volte l'argento e una raccomandazione: Nella categoria dei vini bianchi, due Piwis della Bassa Austria guidano la classifica, ciascuno con 98 punti - quello moderno in vasche d'acciaio Sommelier Donauriesling 2018 l'enologo Krems e il Piwi biologico 2019 da Bio Weinbau Prinz, una cuvée invecchiata in modo riduttivo a base di moscato in fiore, Donauriesling e muscaris in vasche d'acciaio. Subito dietro, con 97 punti, segue la maturazione tradizionalmente in barrique 2018 giglio di fuoco dalla cantina Adam Lieleg in Stiria. 96 punti e anche un grande oro è andato al Muscaris luna 17, un vino Qvevri tradizionale dai vini di carattere Josef Scharl in Stiria.

Da qui nasce anche il best in class nella categoria spumanti con 98 punti: il Souvignier Gris Brut Reserve 2017, Affinato in botti di legno e spumantizzato nella tradizionale fermentazione in bottiglia.

Nella categoria dei vini rossi, il punteggio più alto dell'Austria va al Vino della natura 2018 dal Dr. Erich Millbacher nel Kremstal. Il vino rosso non filtrato del vitigno Baco 24-23-Nr.1 è stato tradizionalmente espanso con ossigeno in botti di legno e barriques e valutato con 96 punti.

Il miglior vino da dessert austriaco proviene dalla cantina Engel in Stiria - un Muscaris Beerenauslese del 2018 con il nome fermentato in modo riduttivo in serbatoi d'acciaio L'oro di Gloria. Ha ricevuto 94 punti e oro.

I piwis, l'artigianato e il cambiamento climatico

La gamma stilistica e qualitativa del 2020 è straordinaria. Basta dare un’occhiata al medagliere per notare che la fascia media qualitativa si è ristretta rispetto agli anni precedenti. Il direttore della degustazione Martin Darting afferma a riguardo: “Gli scorsi anni, specialmente al sud, i viticoltori hanno dovuto affrontare calura e siccità straordinarie. Il primo anno le viti se la cavano bene; ma se tali annate si ripetono comportano conseguenze sensoriali per i grappoli. Ciò ha provocato molti problemi, soprattutto perché nella coltura Piwi mancano i secoli di esperienza che i viticoltori di riesling possono sfruttare a loro vantaggio.

La buona notizia: il restringimento della fascia media qualitativa favorisce il vertice. La percentuale di Gran Medaglie d’Oro è quindi quasi raddoppiata rispetto all’edizione della gara del 2019. Martin Darting prosegue: “Quest’anno abbiamo avuto molte straordinarie qualità eccellenti, dimostrando che i vini Piwi possono tranquillamente competere con risultati top di varietà consolidate. Il motivo è la precisa analisi delle esperienze e una certa agilità, soprattutto nella gestione del vigneto. Se a ciò si aggiunge anche la coltivazione di taglio individuale e magari un’abile costituzione della cuvée, ecco che si ottiene una Gran Medaglia d’Oro.”

La presidente di WINE System Brigitte Wüstinger: “Tutto ciò che è nuovo deve consolidarsi. Dai risultati della 10° degustazione del Premio Internazionale dei Vini PIWI si può chiaramente dedurre che la qualità dei Piwi non è più casuale. Le vigne ormai non più giovanissime, assieme all’esperienza e all'abilità artigianale professionale dei viticoltori indicano sin da ora una chiara stabilizzazione e un posizionamento dei vini nei confronti delle vecchie varietà consolidate. Possiamo aspettarci grandi cose per il futuro.”

Il premio internazionale PIWI del vino: L'International PIWI Wine Award è stato creato per fornire a consumatori e rivenditori l'orientamento per la selezione delle diverse nuove varietà e allo stesso tempo per riaffermare i produttori nel loro ruolo pionieristico e nel loro impegno per un'agricoltura più sostenibile. Iniziato da PIWI International eV e organizzato da WINE System AG, il rinomato concorso di qualità si basa sul metodo di degustazione PAR® riconosciuto a livello mondiale. Grazie all'approccio analitico e differenziato dei degustatori PAR® qualificati, confluiscono nella valutazione tutti gli aspetti della vinificazione e delle condizioni climatiche; i risultati sono comprensibili in dettaglio e forniscono servizi preziosi in particolare per lo sviluppo del prodotto e la gestione della qualità delle aziende.

Informazioni aggiuntive

*)Per la degustazione online in occasione del premio Internazionale dei Vini PIWI 2020, tutti i vini presentati sono stati tematicamente associati, anonimizzati e numerati per i degustatori in base a parametri climatici, stilistici e analitici, prima di essere prelevati dalla confezione in loco e presentati ai membri della giuria secondo l’ordine stabilito. Si tratta di una situazione nuova anche per i degustatori che, grazie a standard di degustazione definiti, hanno raggiunto l’elevata riproduzione dei risultati PAR®. Come previsto dalla metodica PAR®, gli esaminatori procedono anche online in squadre da due, degustando anzitutto ciascun vino separatamente prima di discutere il risultato e registrandolo soltanto al raggiungimento del consenso.

Informazioni supplementari

PIWI International eV promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, allevatori, raffinatori di vite e coltivatori di Viti PIWI. Negli ultimi anni sono state messe in pratica numerose varietà di uva resistenti ai funghi, alcune delle quali solo in via sperimentale. C'è un grande bisogno di informazioni su questi vitigni da parte dei produttori di vino. Ciò include descrizioni dettagliate delle loro proprietà, istruzioni per una vinificazione ottimale, degustazioni, discussioni su questioni di marketing e informazioni per i consumatori. Oltre a tenere conferenze e gruppi di lavoro regionali, l'avvio dell'annuale premio internazionale del vino PIWI è una parte essenziale delle attività di PIWI International. Presidente: Josef Engelhart. www.piwi-international.org

WINE System AG Con i suoi tre campi di attività, consulenza, formazione e concorsi di qualità PAR®, è dal 1999 un partner competente per enologi, rivenditori e un pubblico specializzato nel campo del vino e della tecnologia dei sensori. L'azienda è sotto la direzione dei membri del consiglio Brigitte Wüstinger e Martin Darting dal 2019 e da molti anni organizza rinomati concorsi di qualità del vino, tra cui il premio internazionale del vino biologico, il PAR® Wine Award International e molti concorsi minori. Il database del sistema WINE con oltre 40.000 vini è la base del sistema di valutazione PAR® sviluppato da Martin Darting. È valutato dagli esperti come un portale di informazioni completo ed è uno strumento importante in molte aree. www.winesystem.de


Il Premio Internazionale dei Vini PIWI degusta 413 vini provenienti da 15 paesi

Concorso PAR® online su incarico di PIWI International e.V. – Notevole incremento delle qualità top – Vini vincitori della Gran Medaglia d’Oro dall’Italia alla Svezia

Frasdorf, novembre 2020 – Il fatto che le relativamente giovani viticolture resistenti ai funghi, quali Cabernet Blanc, Regent o Solaris, possano essere un comprovato strumento vinicolo nella lotta al cambiamento climatico è ormai condiviso nel settore enologico. Come i suoi segni diretti influenzino invece la qualità e la valutazione sensoriale, e come la scena internazionale gestisca tutto ciò è stato oggetto di verifica da parte della giuria PAR®, su incarico di PIWI International e.V., nella prima edizione online del Premio Internazionale dei Vini PIWI 2020 a causa del Coronavirus: 413 vini Piwi da 15 paesi sono stati oggetto di analisi sensoriale durante le tre giornate degustative dal 13 al 15 novembre. In totale sono state assegnate 42 Gran Medaglie d’Oro, 175 Medaglie d’Oro, 161 Medaglie d’Argento e 29 raccomandazioni. 27 degustatori PAR® Certified Master in tutta la Germania*) hanno garantito la tradizionale qualità e tracciabilità dei risultati, supportati dalla consolidata infrastruttura digitale di WINE System AG.

Con 170 vini presentati, la Germania è il paese produttore di vino maggiormente rappresentato nella degustazione del 2020, seguita da Svizzera, Italia e Austria. A giudicare dal numero di Gran Medaglie d’Oro assegnate, in cima alla classifica si posizionano anche Germania e Svizzera con rispettivamente 12 e 9 valutazioni massime, seguite dall’Austria con 6 Gran Medaglie d’Oro. Tra i primi classificati troviamo anche vini Piwi provenienti da Svezia e Polonia, Danimarca e Italia nonché Belgio, Liechtenstein, Paesi Bassi, Slovacchia e Francia.

I produttori di vino svizzeri Piwi ottengono 9 volte l'oro, 30 volte l'oro, 17 volte l'argento e 6 raccomandazioni: Con 98 punti ciascuno, due dei vincitori complessivi della classifica 2020 provengono dal Lago di Ginevra: il 2018 Bastian dal Domaine de la République et Canton de Génève e dal 2018 Divico dalla cantina Florian Ramu. Entrambe le cuvée di vino rosso sono state ottenute dalle varietà Divico, Gamaret e Bronner, tradizionalmente fermentate in barriques. Quello segue da vicino 2018 Divico XC da Cave de la Côte nel Vaud con 97 punti, anch'esso fermentato tradizionalmente in barriques. Altre due volte Great Gold con 96 punti ciascuna è andato al tradizionalmente sviluppato in barrique 2018 Divico della cantina Diroso nell'Alto Vallese e quelli fermentati in modo riduttivo in vasche d'acciaio 2018 Divico passerillée dell'Agroscope - Centro di ricerca Pully di Vaud.

Nella categoria dei vini bianchi, i migliori classificati della Svizzera hanno ottenuto 96 punti ciascuno e quindi anche un grande oro: Die 2019 donna - un Solaris della cantina DeinWein sul Römerweg nella Svizzera centrale, tradizionalmente sviluppato in acciaio inossidabile e barrique, fermentato con ossigeno in botti di legno 2019 Souvignier Gris dai vigneti biologici Bosshart + Grimm nella Svizzera tedesca e fermentazione moderna in vasche d'acciaio Vino Johanniter 2019 dalla cantina Wullschleger in Argovia.

Nella categoria spumanti, con 96 punti, il Braci di fuoco 2019 dalla cantina di Zurigo Wylandblick il migliore della Svizzera - uno spumante rosso stilisticamente moderno ottenuto da uve Regent, maturato in serbatoi d'acciaio e spumante nella tradizionale fermentazione in bottiglia.

Il miglior vino da dessert svizzero arriva da Reblus Weinbau am Bielersee con 94 punti e oro: il tradizionalmente maturato in barrique 2019 Solaris.

Nella categoria dei vini rosati, il miglior punteggio con 91 punti e oro va alla cantina Wullschläger in Argovia, per il Cabernet Rosé 2019, un Cabernet Jura dalla riduttiva espansione della vasca in acciaio.

I piwis, l'artigianato e il cambiamento climatico

La gamma stilistica e qualitativa del 2020 è straordinaria. Basta dare un’occhiata al medagliere per notare che la fascia media qualitativa si è ristretta rispetto agli anni precedenti. Il direttore della degustazione Martin Darting afferma a riguardo: “Gli scorsi anni, specialmente al sud, i viticoltori hanno dovuto affrontare calura e siccità straordinarie. Il primo anno le viti se la cavano bene; ma se tali annate si ripetono comportano conseguenze sensoriali per i grappoli. Ciò ha provocato molti problemi, soprattutto perché nella coltura Piwi mancano i secoli di esperienza che i viticoltori di riesling possono sfruttare a loro vantaggio.

La buona notizia: il restringimento della fascia media qualitativa favorisce il vertice. La percentuale di Gran Medaglie d’Oro è quindi quasi raddoppiata rispetto all’edizione della gara del 2019. Martin Darting prosegue: “Quest’anno abbiamo avuto molte straordinarie qualità eccellenti, dimostrando che i vini Piwi possono tranquillamente competere con risultati top di varietà consolidate. Il motivo è la precisa analisi delle esperienze e una certa agilità, soprattutto nella gestione del vigneto. Se a ciò si aggiunge anche la coltivazione di taglio individuale e magari un’abile costituzione della cuvée, ecco che si ottiene una Gran Medaglia d’Oro.”

La presidente di WINE System Brigitte Wüstinger: “Tutto ciò che è nuovo deve consolidarsi. Dai risultati della 10° degustazione del Premio Internazionale dei Vini PIWI si può chiaramente dedurre che la qualità dei Piwi non è più casuale. Le vigne ormai non più giovanissime, assieme all’esperienza e all'abilità artigianale professionale dei viticoltori indicano sin da ora una chiara stabilizzazione e un posizionamento dei vini nei confronti delle vecchie varietà consolidate. Possiamo aspettarci grandi cose per il futuro.”

Il premio internazionale PIWI del vino: L'International PIWI Wine Award è stato creato per fornire a consumatori e rivenditori l'orientamento per la selezione delle diverse nuove varietà e allo stesso tempo per riaffermare i produttori nel loro ruolo pionieristico e nel loro impegno per un'agricoltura più sostenibile. Iniziato da PIWI International eV e organizzato da WINE System AG, il rinomato concorso di qualità si basa sul metodo di degustazione PAR® riconosciuto a livello mondiale. Grazie all'approccio analitico e differenziato dei degustatori PAR® qualificati, confluiscono nella valutazione tutti gli aspetti della vinificazione e delle condizioni climatiche; i risultati sono comprensibili in dettaglio e forniscono servizi preziosi in particolare per lo sviluppo del prodotto e la gestione della qualità delle aziende.

Informazioni aggiuntive

*)Per la degustazione online in occasione del premio Internazionale dei Vini PIWI 2020, tutti i vini presentati sono stati tematicamente associati, anonimizzati e numerati per i degustatori in base a parametri climatici, stilistici e analitici, prima di essere prelevati dalla confezione in loco e presentati ai membri della giuria secondo l’ordine stabilito. Si tratta di una situazione nuova anche per i degustatori che, grazie a standard di degustazione definiti, hanno raggiunto l’elevata riproduzione dei risultati PAR®. Come previsto dalla metodica PAR®, gli esaminatori procedono anche online in squadre da due, degustando anzitutto ciascun vino separatamente prima di discutere il risultato e registrandolo soltanto al raggiungimento del consenso.

Informazioni supplementari

PIWI International eV promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, allevatori, raffinatori di vite e coltivatori di Viti PIWI. Negli ultimi anni sono state messe in pratica numerose varietà di uva resistenti ai funghi, alcune delle quali solo in via sperimentale. C'è un grande bisogno di informazioni su questi vitigni da parte dei produttori di vino. Ciò include descrizioni dettagliate delle loro proprietà, istruzioni per una vinificazione ottimale, degustazioni, discussioni su questioni di marketing e informazioni per i consumatori. Oltre a tenere conferenze e gruppi di lavoro regionali, l'avvio dell'annuale premio internazionale del vino PIWI è una parte essenziale delle attività di PIWI International. Presidente: Josef Engelhart. www.piwi-international.org

WINE System AG Con i suoi tre campi di attività, consulenza, formazione e concorsi di qualità PAR®, è dal 1999 un partner competente per enologi, rivenditori e un pubblico specializzato nel campo del vino e della tecnologia dei sensori. L'azienda è sotto la direzione dei membri del consiglio Brigitte Wüstinger e Martin Darting dal 2019 e da molti anni organizza rinomati concorsi di qualità del vino, tra cui il premio internazionale del vino biologico, il PAR® Wine Award International e molti concorsi minori. Il database del sistema WINE con oltre 40.000 vini è la base del sistema di valutazione PAR® sviluppato da Martin Darting. È valutato dagli esperti come un portale di informazioni completo ed è uno strumento importante in molte aree. www.winesystem.de

Comunicato stampa Italia in PDF


Il Premio Internazionale dei Vini PIWI degusta 413 vini provenienti da 15 paesi

Concorso PAR® online su incarico di PIWI International e.V. – Notevole incremento delle qualità top – Vini vincitori della Gran Medaglia d’Oro dall’Italia alla Svezia

Frasdorf, novembre 2020 – Il fatto che le relativamente giovani viticolture resistenti ai funghi, quali Cabernet Blanc, Regent o Solaris, possano essere un comprovato strumento vinicolo nella lotta al cambiamento climatico è ormai condiviso nel settore enologico. Come i suoi segni diretti influenzino invece la qualità e la valutazione sensoriale, e come la scena internazionale gestisca tutto ciò è stato oggetto di verifica da parte della giuria PAR®, su incarico di PIWI International e.V., nella prima edizione online del Premio Internazionale dei Vini PIWI 2020 a causa del Coronavirus: 413 vini Piwi da 15 paesi sono stati oggetto di analisi sensoriale durante le tre giornate degustative dal 13 al 15 novembre. In totale sono state assegnate 42 Gran Medaglie d’Oro, 175 Medaglie d’Oro, 161 Medaglie d’Argento e 29 raccomandazioni. 27 degustatori PAR® Certified Master in tutta la Germania*) hanno garantito la tradizionale qualità e tracciabilità dei risultati, supportati dalla consolidata infrastruttura digitale di WINE System AG.

Con 170 vini presentati, la Germania è il paese produttore di vino maggiormente rappresentato nella degustazione del 2020, seguita da Svizzera, Italia e Austria. A giudicare dal numero di Gran Medaglie d’Oro assegnate, in cima alla classifica si posizionano anche Germania e Svizzera con rispettivamente 12 e 9 valutazioni massime, seguite dall’Austria con 6 Gran Medaglie d’Oro. Tra i primi classificati troviamo anche vini Piwi provenienti da Svezia e Polonia, Danimarca e Italia nonché Belgio, Liechtenstein, Paesi Bassi, Slovacchia e Francia.

I viticoltori Piwi italiani hanno ottenuto due Gran Medaglie d’Oro, 17 Medaglie d’Oro, 15 Medaglie d’Argento e 9 raccomandazioni: Il vino Piwi italiano in vetta alla classifica è anche il vincitore complessivo della categoria vino da dessert: il Theia del 2019 del vigneto Nove Lune, con 97 punti. La cuvée di Helios, Bronner e Solaris è maturata nella barrique con metodo artigianale tradizionale e proviene dalla Lombardia.

I primi nella categoria dei vini bianchi 2019 Tre dall'Azienda agricola filanda de boron in Trentino sale la classifica italiana - un Souvignier Gris a fermentazione spontanea a base di anfore con 96 punti.

Il vino da spettacolo italiano migliore viene dal Veneto, con 95 punti e quindi oro: l'acciaio inossidabile espanso in modo riduttivo e la fermentazione in vasca Spumante Resiliens Bio Vegan di Le Carline dai vitigni Muscaris e Aromera.

Il miglior vino rosato d'Italia, il 2019 JPK Rosé dallo Strickerhof in Alto Adige - un chambourcin a fermentazione ridotta in vasche d'acciaio.

Con 89 punti e Medaglia d’Argento, il Cabernet Volos del 2019 dei Vivai Cooperativi Rauscedo in Friuli, maturato in botti d’acciaio con procedura riduttiva, ottiene il miglior risultato nella categoria vino rosso. 2019 Cabernet Volos dei Vivai Cooperativi Rauscedo in Friuli nella categoria vini rossi.

I piwis, l'artigianato e il cambiamento climatico

La gamma stilistica e qualitativa del 2020 è straordinaria. Basta dare un’occhiata al medagliere per notare che la fascia media qualitativa si è ristretta rispetto agli anni precedenti. Il direttore della degustazione Martin Darting afferma a riguardo: “Gli scorsi anni, specialmente al sud, i viticoltori hanno dovuto affrontare calura e siccità straordinarie. Il primo anno le viti se la cavano bene; ma se tali annate si ripetono comportano conseguenze sensoriali per i grappoli. Ciò ha provocato molti problemi, soprattutto perché nella coltura Piwi mancano i secoli di esperienza che i viticoltori di riesling possono sfruttare a loro vantaggio.

La buona notizia: il restringimento della fascia media qualitativa favorisce il vertice. La percentuale di Gran Medaglie d’Oro è quindi quasi raddoppiata rispetto all’edizione della gara del 2019. Martin Darting prosegue: “Quest’anno abbiamo avuto molte straordinarie qualità eccellenti, dimostrando che i vini Piwi possono tranquillamente competere con risultati top di varietà consolidate. Il motivo è la precisa analisi delle esperienze e una certa agilità, soprattutto nella gestione del vigneto. Se a ciò si aggiunge anche la coltivazione di taglio individuale e magari un’abile costituzione della cuvée, ecco che si ottiene una Gran Medaglia d’Oro.”

La presidente di WINE System Brigitte Wüstinger: “Tutto ciò che è nuovo deve consolidarsi. Dai risultati della 10° degustazione del Premio Internazionale dei Vini PIWI si può chiaramente dedurre che la qualità dei Piwi non è più casuale. Le vigne ormai non più giovanissime, assieme all’esperienza e all'abilità artigianale professionale dei viticoltori indicano sin da ora una chiara stabilizzazione e un posizionamento dei vini nei confronti delle vecchie varietà consolidate. Possiamo aspettarci grandi cose per il futuro.”

Premio Internazionale dei Vini PIWI: il Premio Internazionale dei Vini PIWI è stato creato per fornire a consumatori e rivenditori un orientamento sulla scelta delle numerose nuove varietà e, contemporaneamente, riaffermare la leadership e l’impegno dei viticoltori verso un’agricoltura sostenibile. Lanciato da PIWI International e.V. e organizzato da WINE System AG, la celebre gara qualitativa si basa sul metodo di degustazione PAR® riconosciuto a livello globale. Grazie alla procedura analitica e differenziata dei degustatori PAR® qualificati, nella valutazione vengono considerati tutti gli aspetti della vinificazione e dei rapporti climatici; i dettagli dei risultati sono facilmente comprensibili ed offrono un prezioso servizio specialmente per lo sviluppo del prodotto e la gestione della qualità delle aziende.

Informazioni aggiuntive

*)Per la degustazione online in occasione del premio Internazionale dei Vini PIWI 2020, tutti i vini presentati sono stati tematicamente associati, anonimizzati e numerati per i degustatori in base a parametri climatici, stilistici e analitici, prima di essere prelevati dalla confezione in loco e presentati ai membri della giuria secondo l’ordine stabilito. Si tratta di una situazione nuova anche per i degustatori che, grazie a standard di degustazione definiti, hanno raggiunto l’elevata riproduzione dei risultati PAR®. Come previsto dalla metodica PAR®, gli esaminatori procedono anche online in squadre da due, degustando anzitutto ciascun vino separatamente prima di discutere il risultato e registrandolo soltanto al raggiungimento del consenso.

Informazioni supplementari

PIWI International eV promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, allevatori, raffinatori di vite e coltivatori di Viti PIWI. Negli ultimi anni sono state messe in pratica numerose varietà di uva resistenti ai funghi, alcune delle quali solo in via sperimentale. C'è un grande bisogno di informazioni su questi vitigni da parte dei produttori di vino. Ciò include descrizioni dettagliate delle loro proprietà, istruzioni per una vinificazione ottimale, degustazioni, discussioni su questioni di marketing e informazioni per i consumatori. Oltre a tenere conferenze e gruppi di lavoro regionali, l'avvio dell'annuale premio internazionale del vino PIWI è una parte essenziale delle attività di PIWI International. Presidente: Josef Engelhart. www.piwi-international.de

WINE System AG Con i suoi tre campi di attività, consulenza, formazione e concorsi di qualità PAR®, è dal 1999 un partner competente per enologi, rivenditori e un pubblico specializzato nel campo del vino e della tecnologia dei sensori. L'azienda è sotto la direzione dei membri del consiglio Brigitte Wüstinger e Martin Darting dal 2019 e da molti anni organizza rinomati concorsi di qualità del vino, tra cui il premio internazionale del vino biologico, il PAR® Wine Award International e molti concorsi minori. Il database del sistema WINE con oltre 40.000 vini è la base del sistema di valutazione PAR® sviluppato da Martin Darting. È valutato dagli esperti come un portale di informazioni completo ed è uno strumento importante in molte aree. www.winesystem.de


Il Premio Internazionale dei Vini PIWI degusta 413 vini provenienti da 15 paesi

Concorso PAR® online su incarico di PIWI International e.V. – Notevole incremento delle qualità top – Vini vincitori della Gran Medaglia d’Oro dall’Italia alla Svezia

Frasdorf, novembre 2020 – Il fatto che le relativamente giovani viticolture resistenti ai funghi, quali Cabernet Blanc, Regent o Solaris, possano essere un comprovato strumento vinicolo nella lotta al cambiamento climatico è ormai condiviso nel settore enologico. Come i suoi segni diretti influenzino invece la qualità e la valutazione sensoriale, e come la scena internazionale gestisca tutto ciò è stato oggetto di verifica da parte della giuria PAR®, su incarico di PIWI International e.V., nella prima edizione online del Premio Internazionale dei Vini PIWI 2020 a causa del Coronavirus: 413 vini Piwi da 15 paesi sono stati oggetto di analisi sensoriale durante le tre giornate degustative dal 13 al 15 novembre. In totale sono state assegnate 42 Gran Medaglie d’Oro, 175 Medaglie d’Oro, 161 Medaglie d’Argento e 29 raccomandazioni. 27 degustatori PAR® Certified Master in tutta la Germania*) hanno garantito la tradizionale qualità e tracciabilità dei risultati, supportati dalla consolidata infrastruttura digitale di WINE System AG.

Con 170 vini presentati, la Germania è il paese produttore di vino maggiormente rappresentato nella degustazione del 2020, seguita da Svizzera, Italia e Austria. A giudicare dal numero di Gran Medaglie d’Oro assegnate, in cima alla classifica si posizionano anche Germania e Svizzera con rispettivamente 12 e 9 valutazioni massime, seguite dall’Austria con 6 Gran Medaglie d’Oro. Tra i primi classificati troviamo anche vini Piwi provenienti da Svezia e Polonia, Danimarca e Italia nonché Belgio, Liechtenstein, Paesi Bassi, Slovacchia e Francia.

I viticoltori danesi di Piwi hanno ottenuto due grandi medaglie d'oro, otto d'oro, 11 d'argento e due raccomandazioni: Con 96 punti ciascuno, due prodotti Piwi danesi hanno ottenuto un grande oro all'International Piwi Wine Award 2020. Il miglior punteggio nella categoria spumanti è andato al 2018er 56ºNorth Primo di Guldbæk Vingård nello Jutland - una fermentazione tradizionale in bottiglia del vitigno Solaris. La nobile dolcezza arriva anche dallo Jutland 2014 Hedvin di Skærsøgaard Vin - una cuvée di vino da dessert a base di Rondo, Cabernet Cortis, Regent e Pinot Noir Precose, tradizionalmente in barrique.

Nella categoria dei vini rossi, un altro candidato di Skærsøgaard Vin guida la classifica danese con 95 punti e quindi una medaglia d'oro: il 2018 Leon Millot, espanso riduttivamente in barrique. Con 94 punti e oro, il miglior punteggio tra i vini rosati danesi va anche a Skærsøgaard Vin nello Jutland, per l'affinamento riduttivo in vasche d'acciaio Rosato 2019 dai vitigni Cabernet Cortis, Rondo e Leon Millot. I due migliori della categoria dei vini bianchi hanno totalizzato 93 punti ciascuno e l'oro: quello che è stato fermentato in barrique in stile moderno 2019 RÖS Reserve Solaris da Dyrehøj Vingård in Zelanda e il 2019 Barfod Solaris da Barfod Vin in Zelanda, ampliato in serbatoi di acciaio con enfasi extra.

I piwis, l'artigianato e il cambiamento climatico

La gamma stilistica e qualitativa del 2020 è straordinaria. Basta dare un’occhiata al medagliere per notare che la fascia media qualitativa si è ristretta rispetto agli anni precedenti. Il direttore della degustazione Martin Darting afferma a riguardo: “Gli scorsi anni, specialmente al sud, i viticoltori hanno dovuto affrontare calura e siccità straordinarie. Il primo anno le viti se la cavano bene; ma se tali annate si ripetono comportano conseguenze sensoriali per i grappoli. Ciò ha provocato molti problemi, soprattutto perché nella coltura Piwi mancano i secoli di esperienza che i viticoltori di riesling possono sfruttare a loro vantaggio.

La buona notizia: il restringimento della fascia media qualitativa favorisce il vertice. La percentuale di Gran Medaglie d’Oro è quindi quasi raddoppiata rispetto all’edizione della gara del 2019. Martin Darting prosegue: “Quest’anno abbiamo avuto molte straordinarie qualità eccellenti, dimostrando che i vini Piwi possono tranquillamente competere con risultati top di varietà consolidate. Il motivo è la precisa analisi delle esperienze e una certa agilità, soprattutto nella gestione del vigneto. Se a ciò si aggiunge anche la coltivazione di taglio individuale e magari un’abile costituzione della cuvée, ecco che si ottiene una Gran Medaglia d’Oro.”

La presidente di WINE System Brigitte Wüstinger: “Tutto ciò che è nuovo deve consolidarsi. Dai risultati della 10° degustazione del Premio Internazionale dei Vini PIWI si può chiaramente dedurre che la qualità dei Piwi non è più casuale. Le vigne ormai non più giovanissime, assieme all’esperienza e all'abilità artigianale professionale dei viticoltori indicano sin da ora una chiara stabilizzazione e un posizionamento dei vini nei confronti delle vecchie varietà consolidate. Possiamo aspettarci grandi cose per il futuro.”

Premio Internazionale dei Vini PIWI: il Premio Internazionale dei Vini PIWI è stato creato per fornire a consumatori e rivenditori un orientamento sulla scelta delle numerose nuove varietà e, contemporaneamente, riaffermare la leadership e l’impegno dei viticoltori verso un’agricoltura sostenibile. Lanciato da PIWI International e.V. e organizzato da WINE System AG, la celebre gara qualitativa si basa sul metodo di degustazione PAR® riconosciuto a livello globale. Grazie alla procedura analitica e differenziata dei degustatori PAR® qualificati, nella valutazione vengono considerati tutti gli aspetti della vinificazione e dei rapporti climatici; i dettagli dei risultati sono facilmente comprensibili ed offrono un prezioso servizio specialmente per lo sviluppo del prodotto e la gestione della qualità delle aziende.

Informazioni aggiuntive

*)Per la degustazione online in occasione del premio Internazionale dei Vini PIWI 2020, tutti i vini presentati sono stati tematicamente associati, anonimizzati e numerati per i degustatori in base a parametri climatici, stilistici e analitici, prima di essere prelevati dalla confezione in loco e presentati ai membri della giuria secondo l’ordine stabilito. Si tratta di una situazione nuova anche per i degustatori che, grazie a standard di degustazione definiti, hanno raggiunto l’elevata riproduzione dei risultati PAR®. Come previsto dalla metodica PAR®, gli esaminatori procedono anche online in squadre da due, degustando anzitutto ciascun vino separatamente prima di discutere il risultato e registrandolo soltanto al raggiungimento del consenso.

Informazioni supplementari

PIWI International eV promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, allevatori, raffinatori di vite e coltivatori di Viti PIWI. Negli ultimi anni sono state messe in pratica numerose varietà di uva resistenti ai funghi, alcune delle quali solo in via sperimentale. C'è un grande bisogno di informazioni su questi vitigni da parte dei produttori di vino. Ciò include descrizioni dettagliate delle loro proprietà, istruzioni per una vinificazione ottimale, degustazioni, discussioni su questioni di marketing e informazioni per i consumatori. Oltre a tenere conferenze e gruppi di lavoro regionali, l'avvio dell'annuale premio internazionale del vino PIWI è una parte essenziale delle attività di PIWI International. Presidente: Josef Engelhart. www.piwi-international.de

WINE System AG Con i suoi tre campi di attività, consulenza, formazione e concorsi di qualità PAR®, è dal 1999 un partner competente per enologi, rivenditori e un pubblico specializzato nel campo del vino e della tecnologia dei sensori. L'azienda è sotto la direzione dei membri del consiglio Brigitte Wüstinger e Martin Darting dal 2019 e da molti anni organizza rinomati concorsi di qualità del vino, tra cui il premio internazionale del vino biologico, il PAR® Wine Award International e molti concorsi minori. Il database del sistema WINE con oltre 40.000 vini è la base del sistema di valutazione PAR® sviluppato da Martin Darting. È valutato dagli esperti come un portale di informazioni completo ed è uno strumento importante in molte aree. www.winesystem.de

Comunicazione Stampa PDF - Traduzione professionale

Apertura della fase di registrazione per il 10° Premio Internazionale PIWI Wine   

Concorrenza di qualità per i vini ottenuti da vitigni resistenti ai funghi - PAR virtuale®- Degustazione dal 14 al 16 novembre 2020
La registrazione termina il 23 ottobre 2020

Frasdorf, luglio 2020 - Dopo che WINE System AG ha lanciato per la prima volta il PAR con il prezzo internazionale del vino biologico 2020®- Gli organizzatori, per conto di PIWI International eV, hanno iniziato con successo la degustazione nella sala virtuale, il segnale di partenza per la prima degustazione online*) nella storia dell'International PIWI Wine Award. È quindi iniziata la fase di registrazione per l'edizione dell'anniversario del concorso di qualità istituito. È stata presa la decisione di utilizzare questo formato virtuale per quanto riguarda l'incertezza sull'ulteriore corso della pandemia della corona e a causa delle esperienze costantemente positive alla premiere di maggio. I vini ottenuti da uve resistenti ai funghi sono ammessi al concorso. La registrazione termina il 23 ottobre 2020.

L'associazione PIWI International eV promuove lo scambio di informazioni tra ricerca, viticoltura e viticoltura da 20 anni. PIWI International eV ha fondato l'International PIWI Wine Award nel 2010 per garantire una visione fondata della qualità dei prodotti per tutti i lati. Da allora, l'associazione ha fatto affidamento su PAR® come metodo di degustazione chiaro e trasparente che apporta anche un significativo valore aggiunto per la garanzia della qualità e lo sviluppo del prodotto. Ogni prodotto inviato viene valutato individualmente e riceve una valutazione della sua arte e qualità sensoriale in termini di origine e design. Alla fine c'è una valutazione obiettiva e soprattutto comprensibile delle caratteristiche qualitative del vino.

Seminario online gratuito “PAR® Valuta arco "

Affinché i viticoltori possano ottenere il massimo di informazioni dalle schede di valutazione dettagliate, WINE System AG offre per la prima volta un seminario online per i partecipanti dell'International PIWI Wine Award 2020 sull'argomento “PAR® Foglio di valutazione ”. Non solo spiega i singoli parametri e la procedura degli assaggiatori; ci sono anche impulsi pratici per l'applicazione delle conoscenze nella gestione della qualità dell'azienda. Le parti interessate possono scegliere tra due date.

Ulteriori informazioni sul premio, nonché date e condizioni di partecipazione a www.piwi-international.de.

Informazioni aggiuntive

*) Per la degustazione online al PIWI Wine Prize internazionale 2020, gli assaggiatori sono tematicamente assegnati, resi anonimi e numerati in base a parametri climatici, stilistici e analitici prima di essere disimballati in loco e presentati ai giurati in un ordine fisso. Anche per gli assaggiatori una nuova situazione, che nell'edizione di primavera, grazie a standard di degustazione definiti, tuttavia l'alta riproduzione del PAR® Risultati raggiunti.

informazioni di base:

PIWI International eV promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, allevatori, raffinatori di vite e coltivatori di Viti PIWI. Negli ultimi anni, numerosi vitigni resistenti ai funghi si sono messi in pratica, alcuni solo su base sperimentale. I viticoltori hanno un grande bisogno di informazioni su questi vitigni. Ciò include descrizioni dettagliate delle loro proprietà, istruzioni per una vinificazione ottimale, degustazioni, discussione di domande di marketing e informazioni per i consumatori. Oltre all'organizzazione di conferenze e gruppi di lavoro regionali, l'avvio dell'annuale premio internazionale PIWI per il vino è una parte essenziale delle misure di PIWI International. Presidente: Josef Engelhart. Ufficio: Susanne Sommer +49 6133 5099226, www.piwi-international.de

Il WINE System AG, fondata nel 1999, con un database completo e informativo sul vino è la base del sistema di valutazione PAR sviluppato da Martin Darting e un partner competente per viticoltori, rivenditori e pubblico specializzato nel campo della tecnologia del vino e dei sensori. WINE System AG è sotto la direzione dei membri del consiglio di amministrazione Brigitte Wüstinger e Martin Darting dal 2019 e gestisce competizioni rinomate da molti anni. Il database con oltre 40.000 vini è valutato dagli esperti come un portale informativo completo e funge da strumento importante in molte aree. www.winesystem.de

Contatto

WINE System AG
Brigitte Wüstinger

e Martin Darting
Daxa 8
83112 Frasdorf
Tel. + 49 8032-91633-20
Fax +49 8032-91633-49
buero@winesystem.de

Contatto stampa

WINE System AG
Sonja Hartung

Daxa 8
83112 Frasdorf
Tel. + 49 8032-91633-20
Fax +49 8032-91633-49
hartung@winesystem.de