PAR® - valutazione con valore aggiunto

La degustazione secondo PAR® fornisce ai viticoltori e ai rivenditori informazioni sulla misura in cui un vino corrisponde al gusto dei clienti nel loro mercato di riferimento. Offre inoltre ai produttori l'opportunità di identificare i punti di forza e di debolezza e di migliorare di conseguenza il loro prodotto. Il grande vantaggio di una degustazione PAR® rispetto ad altri metodi è il loro tracciabilità.

La pratica abituale nelle competizioni enologiche è l'assegnazione di punti o voti da parte di un degustatore. Se il rating è scarso, i produttori di solito non hanno idea di quali criteri si basa sul rating e quindi non sanno come possono migliorare il loro prodotto al fine di ottenere un rating migliore in futuro.

Un assaggiatore PAR® è differenziato: il metodo di degustazione PAR® sta diventando sempre più popolare tra gli esperti, perché si basa su criteri trasparenti ed è chiaramente documentato. Enologi, commercianti di vino e clienti finali possono vedere a colpo d'occhio cos'è un vino e fino a che punto arriva Gusto del rispettivo mercato di riferimento.

Le valutazioni dei vini PAR® provengono da esperti di vino qualificati effettuato: un'adeguata formazione aggiuntiva consente agli assaggiatori di avvicinarsi ai vini in modo neutrale; le preferenze personali sono escluse.

La particolarità del metodo è che gli assaggiatori si orientano prima su criteri misurabili come aromi, acidità, dolcezza, riverbero ecc.
Nella seconda fase, valutano questi criteri in relazione al vino da testare. La vasta conoscenza degli assaggiatori delle varietà e delle origini consente di valutare il vino secondo questi criteri.
Tiene inoltre conto se il vino si adatta al mercato.
L'obiettivo è rendere comprensibile la qualità e poter vendere meglio il vino.

Per l'enologo, le seguenti offerte vantaggi: Grazie alla documentazione comprensibile, il produttore non solo vede come è stato valutato il suo prodotto, ma anche in modo molto preciso come è stato valutato. Questo gli dà la possibilità di ottimizzare il prodotto e di abbinare meglio il vino al gusto dei clienti nel mercato di riferimento.

Per ulteriori informazioni su PAR®, visitare www.parsystem.de

Esempio di valutazione del vino PAR® (PDF)
Degustazione 2
Grande medaglia d'oro PIWI

Lo schema di punti PAR®

I comuni schemi da 100 punti iniziano la loro classifica a circa 70 punti e terminano, con poche eccezioni, a 96 o 97 punti. Ciò significa che 90% dei vini da valutare sono trattati in un intervallo di 25 punti (70-95 punti).

Nel sistema di valutazione PAR® 100 punti per il vino, la classifica inizia da 55 punti. Al di sotto di 50 punti, i vini sono classificati come difettosi. Fino a 55 punti, hanno un deficit accettabile. I vini impeccabili partono da 56 punti con qualità diverse.

Gli assaggiatori hanno quindi l'opportunità di giudicare in classifica in modo molto più trasparente. Dal momento che ci sono fino a 24 parametri da testare per PAR®, i punteggi dei vini possono essere rintracciati fino all'ultimo dettaglio in qualsiasi momento - online - in tutto il mondo.

Piwi Medal 2020

96 - 100 punti PAR®

Vini di classe mondialeche garantiscono un'esperienza indimenticabile, formativa, sensuale. Uve specificamente ottimali si combinano con una perfetta lavorazione artigianale e gli stili più caratteristici di origine e varietà. Questi vini sono in grado di affascinare completamente ogni stravagante amante del vino.

90-95 punti PAR®

Vini di prima classe, top internazionale, che sono tra i più espressivi del loro genere. Vengono fornite concentrazioni significative ad alto volume di ingredienti sensitivi, tinta pura assoluta e proprietà distintive del carattere.

83-89 punti PAR®

Vini eccellenti, straordinariamente notevole e di sostanza distintiva, che attira l'attenzione di ogni degustatore esperto.

75-82 punti PAR®

Vini consigliati, colore puro, pulito e denso, tipico della varietà, con carattere e stile riconoscibili. Consigliato in qualsiasi momento. Alcuni punti sono già al di sopra della norma prevista, ma chiaramente nel terzo superiore.